La salute del cane e del gatto passa anche dalla bocca!

La mucosa del cavo orale del cane e del gatto rappresenta un distretto ad altissima reattività biologica. Questo è dovuto sia a ripetute sollecitazioni meccaniche e microbiche, che a ragioni prettamente anatomiche, dal momento che esistono zone in cui si possono avere “ristagni” che favoriscono l’irritazione (giunzione dento gengivale e solco gengivale). Ecco perché la maggior parte dei cani e dei gatti di età superiore ai tre anni soffre di problemi a denti e gengive che, se non curati nel modo opportuno, possono provocare infezioni e problematiche molto più serie, non solo a livello del cavo orale, ma anche in altri distretti dell’organismo. Quelli maggiormente predisposti sono, ovviamente, i gatti e i cani di taglia piccola, nonché i cani brachicefali che hanno meno spazio per i denti, e ciò contribuisce notevolmente alla formazione della placca e quindi del tartaro.

La placca è un biofilm che si forma e si deposita costantemente sui denti; contiene batteri che producendo acidi, vanno ad attaccare lo smalto dei denti e possono danneggiare le gengive.
Nella sua “evoluzione” diventa tartaro, ossia un deposito costituito da fosfato di calcio, carbonato, particelle di cibo ed altre sostanze organiche e il suo eccesso sopra e sotto il bordo gengivale, crea un terreno favorevole per alcuni tipi di batteri, che non solo generano alitosi, ma provocano anche l’avanzamento del colletto gengivale, indeboliscono la radice del dente, determinano dolori molto intensi e possono anche determinare parodontite. Tali patologie, a livello del cavo orale, come sperimentiamo ogni giorno nella pratica ambulatoriale, inducono infiammazione gengivale con elevata dolorabilità, ma agiscono anche come un focolaio cronico di infezione e, di conseguenza, microrganismi, tossine e prodotti batterici possono entrare in circolo e raggiungere organi vitali come cuore, reni, fegato e polmoni, provocando infezioni batteriche.
A questo si aggiungono gli effetti collaterali di tali patologie, ossia:
• disidratazione e/o perdita di peso (l’animale tende a mangiare meno o a fatica a causa della dolorabilità a livello del cavo orale);
• problemi digestivi (il cibo non viene masticato bene);
• comportamentali (aggressività legata al dolore o apatia).
Ecco perché è importantissima la prevenzione con prodotti finalizzati non soltanto alla riduzione del deposito della placca batterica, che non prevedano lo spazzolamento dei denti (tecnica difficile e spesso impraticabile e dolorosa), ma anche al supporto concreto della gestione della dolorabilità a livello del cavo orale che può essere dovuta anche ad estrazioni dentali, chirurgie oncologiche, osteosintesi di mandibola con tecniche intra-orali, chirurgie dei tessuti molli all’interno della cavità orale.

ICF, consapevole di queste esigenze, ha formulato e brevettato Stomodine® F, gel a fluidità calibrata, per controllare la normale integrità della mucosa orale, che contiene, come ingredienti con attività funzionale:
• Fitosfingosina, molecola di natura lipidica presente in elevate concentrazioni nello strato corneo della cute con azione cherato-modulatrice perché è una delle basi sfingoidi che servono per la formazione delle ceramidi 3 e 6, quindi interviene nella “costruzione” della barriera cutanea e della sua riepitelizzazione, favorendo il turnover cellulare. Agisce attivamente nella regolazione della microflora cutanea, costituendo una barriera protettiva contro l’attacco di agenti patogeni. Nella sua forma libera, riduce notevolmente l’iperreattività cutanea con azione fortemente lenitiva.
• clorexidina digluconato (max 0,07%), agente antimicrobico di comprovata efficacia verso i microorganismi sensibili
• Tris-EDTA, sinergizzante della clorexidina e attivatore delle autolisine batteriche
• olio di Primula, ricco di Acido Grasso Essenziale Omega 6, che diminuisce l’iperreattività cutanea con azione lenitiva
• aroma carne, che conferisce al prodotto un’appetibilità ottimale nel cane e nel gatto ed è sintetico, pertanto il prodotto può essere somministrato anche ad animali con sospetta allergia e/o intolleranza alimentare.

Stomodine® F, grazie alla fluidità calibrata, garantisce un facile assorbimento e una persistenza prolungata a contatto delle mucose del cavo orale, ed ha un’elevata tollerabilità nei trattamenti prolungati.
La confezione è dotata di tubo applicatore per poter applicare il prodotto più facilmente tra le gengive e le labbra (lontano dai pasti), massaggiando delicatamente.

 

 

Condividi se ti è piaciuto!
  • 33
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    33
    Shares

Lascia un commento